News

Sei in regola con la bilateralità? Opportunità e adempimenti

Recentemente diverse aziende si sono trovate a dover dimostrare di aver assolto a tutti gli adempimenti relativi alla bilateralità per non incorrere in pesanti sanzioni ed eventuali vertenze di lavoro. Alla luce di questo, cerchiamo di fare chiarezza rispetto ai tanti quesiti che ci sono pervenuti.

È obbligatorio iscriversi?

Sì. Le aziende che non aderiscono al sistema bilaterale dovranno corrispondere a ciascun lavoratore dipendente un elemento retributivo aggiuntivo pari ad 25 euro lordi mensili, da erogare per 13 mensilità, che incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti e differiti, escluso il Tfr. Inoltre, in caso di mancata adesione alla bilateralità sono obbligate, se richiesto dal dipendente, all’erogazione diretta delle prestazioni equivalenti a quelle erogate dall’Ente Bilaterale agli iscritti (es. assegni di studio, sussidio per testi scolastici, formazione etc. etc.)

Le imprese iscritte hanno dei vantaggi?

Le imprese aderenti, oltre a tutelarsi da ulteriori rivendicazioni in caso di vertenze con i dipendenti, possono chiedere contributi a fondo perduto per la formazione, per l’innovazione tecnologica, in caso di ristrutturazioni aziendali, messa a norma degli impianti ai fini della sicurezza, certificazione della qualità, deposito brevetti, RLS territoriale gratuito.

In caso di crisi aziendali, e quindi di sospensione o riduzione dell’orario di lavoro, inoltre, il Fondo eroga, prestazioni di sostegno al reddito (ex Cassa integrazione in Deroga).

Quali aziende devono aderire?

Le aziende che devono aderire all’Ente Bilaterale sono, senza limiti dimensionali, tutte le imprese artigiane con almeno un dipendente e e tutte le imprese che adottano un contratto dell’artigianato.

Come ci si iscrive?

Per assolvere ad ogni tuo obbligo contributivo nei confronti del/dei lavoratore/i, bisogna aderire all’ente bilaterale dell’artigianato (Ebrart Abruzzo).

I versamenti in busta paga per ogni lavoratore in forza nel mese saranno composti dalla somma di una cifra fissa destinata ad EBNA pari a 7,65 euro al mese per 12 mensilità, e di una percentuale destinata ad FSBA calcolata sulla retribuzione imponibile versando una quota fissa mensile in busta paga.

Per informazioni non esitare a contattarci allo 085-61354